Covid, 30 nuovi positivi a Siracusa e provincia nelle ultime 24 ore

Accusato di aver commesso due rapine ad Avola e Rosolini nello stesso giorno: ai domiciliari

Ad Avola si sarebbe impossessato di un furgone, mentre a Rosolini nel pomeriggio dello stesso giorno avrebbe rapinato armato di coltello un supermercato

Nella serata di ieri, agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Avola hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale di Siracusa, nei confronti di Vittorio Piazzese, di 35 anni, già conosciuto alle forze di Polizia. L’uomo è accusato di aver perpetrato due rapine aggravate, ad Avola e a Rosolini, il 25 agosto scorso.

L’emanazione dell’odierna misura è stata possibile grazie all’esito di precisi riscontri probatori emersi dalle indagini di polizia giudiziaria effettuate dagli investigatori del Commissariato. Piazzese, secondo la ricostruzione degli inquirenti la mattina del 25 agosto scorso, avvicinava un addetto alle consegne che stava scaricando del pane in un supermercato di Avola. Il rapinatore, dopo aver minacciato l’autista, si impossessava del furgone, con il quale l’impiegato stava espletando le consegne, e fuggiva alla guida dello stesso.

Nella stessa mattina, Pizzese consumava un’altra rapina al supermercato “Eurospin” di Rosolini. In quella seconda occasione il malvivente, armato di coltello, minacciava la cassiera del supermercato facendosi consegnare l’incasso.

Le indagini, effettuate nell’immediatezza dei fatti, consentivano di collegare le due rapine e di identificare l’autore delle stesse. Una successiva perquisizione consentiva di rinvenire gli abiti utilizzati dall’uomo durante le fasi della rapina.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo