Volley Avola, nuova avventura per i fratelli Battaglia: ingaggiati dalla Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia

A Vibo Valentia, oltre ai rispettivi campionati di categoria, i due stanno disputando il Campionato di serie B

E’ iniziata una nuova avventura per i fratelli Battaglia. I due avolesi, scoperti e seguiti dal tecnico Salvatore Bugliarelli, sin da giovanissimi sono stati oggetto di attenzioni da parte di svariati club. Paolo classe 98, gioca nel ruolo di opposto, ha partecipato a cinque finali nazionali di categoria, ad uno stage con la Nazionale juniores ed ha preso parte nella stagione 2013-14, rappresentando la Sicilia, al Trofeo delle Regioni, la più importante manifestazione giovanile a livello nazionale.

Non da meno Roberto, schiacciatore classe 2000, che, come il fratello maggiore ha disputato cinque finali nazionali di categoria, uno stage con la Nazionale juniores e nella stagione 2015-16, ha vinto con la rappresentativa Pugliese il Trofeo delle Regioni. Nella stagione 2015-16 l’esperienza a Castellana Grotte, mentre nel 2017 il ritorno in Sicilia. Paolo a Modica e Roberto a Pozzallo.

Lo scorso agosto sono approdati in terra Calabra dove, per le prossime due stagioni, vestiranno i colori della rinomata società Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia che milita in Super Lega. A Vibo Valentia, oltre ai rispettivi campionati di categoria, i due stanno disputando il Campionato di serie B.

“Sono felice che un club prestigioso come il Tonno Callipo Vibo Valentia stia dando la possibilità ai due ragazzi di poter crescere in un contesto di altissimo livello – dice Salvatore Bugliarelli -. Credo che questi risultati siano il frutto del lavoro quotidiano fatto in palestra nonchè della passione per questo sport, che cerchiamo di trasmettere ai nostri giovani. Spero vivamente che Paolo e Roberto, se pur ancora molto giovani, possano essere da esempio per tutti i nostri atleti ai quali ricordo sempre che con il duro lavoro ed i sacrifici si possono raggiungere grandi traguardi. A loro auguro di continuare a lavorare così come hanno sempre fatto e di considerare questa nuova esperienza un punto di partenza e non di arrivo. ”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo