Tassa di soggiorno ad Avola, scadenza fissata per il 15 ottobre

Da questo capitolo di bilancio si prevede il corretto svolgimento del servizio di pulizia e manutenzione spiagge, di bagnini in spiaggia, l’estate avolese o la promozione del territorio

La scadenza per versare la tassa di soggiorno è il 15 ottobre. A ricordarlo l’assessore al Turismo comunale di Avola Giuseppe Costanzo, che cita la delibera di Giunta del 20 dicembre 2018 con cui l’amministrazione ha modificato le modalità di incasso della tassa di soggiorno.

Infatti, dal 2019, l’imposta viene pagata con cadenza trimestrale e la prossima scadenza utile è il 15 ottobre. Il pagamento della tassa di soggiorno è obbligatorio (anche per le case vacanze e i b&b senza Partita Iva) e sanzionato nel caso di omesso versamento ed è anche bene ricordare che si tratta di un’entrata strategica utile per finanziarie ed erogare gran parte dei servizi legati proprio al turismo.

Da questo capitolo di bilancio si prevede il corretto svolgimento del servizio di pulizia e manutenzione spiagge, di bagnini in spiaggia, l’estate avolese o la promozione del territorio. “La scadenza del 15 ottobre è importante – dice l’assessore Costanzo – sia sotto il profilo degli obblighi di contribuzione sia per il sostentamento e potenziamento delle politiche turistiche avolesi”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo