Pugilato, una “calda estate” per gli atleti della Asd Dugo Boxe

Sono 8 gli atleti che stanno preparando il loro esordio

Cuore, anima e… guantoni. Per Corrado Dugo,  ventisettenne avolese, fondatore della Asd Dugo Boxe, il pugilato è una questione di “anima”.

Ho partecipato a diversi tornei nazionali, grazie ai quali ho avuto ricche soddisfazioni– dice Dugo – adesso è ora di tornare a casa e mettere a frutto la mia esperienza”. Giovanissimo, ma già con un corposo curriculum e un ricco bagaglio di conoscenze in campo agonistico e preparatorio che, a partire da marzo 2019, ha deciso di  condividere con le nuove leve della boxe.

Ha, infatti, iniziato una nuova avventura puntando sulle “promesse” in guantoni. “Nonostante siano trascorsi pochi mesi dall’apertura della Asd Dugo Boxe – continua il pugile  e preparatore – il mio team è già cresciuto e, posso dire con sicurezza che si tratta di ragazzi motivati e capaci. Hanno trascorso gli ultimi mesi a sudare sul ring, sacrificando le loro vacanze”. È stata, per la Asd Dugo Boxe, un’estate di intensi allenamenti. Sono ben 8 gli atleti, infatti, che si stanno preparando per il loro esordio in “Elite” e “Youth”.

Si tratta di Manuel Rametta, Salvo Passarello, Corrado Paternò, Orazio Burgaretta, Silvia Giovanni, Paolo Boccaccio, Matteo Cannizzo e Danilo Eroe. “Hanno lavorato duramente per tutti i mesi estivi, motivati dalla voglia di esordire e competere – continua Dugo – li ho visti piano piano migliorare e raggiungere la consapevolezza delle proprie capacità. C’è ancora, naturalmente, tanto lavoro da fare, ma posso dire di essere soddisfatto della crescita dei miei allievi”.

Oltre ai “magnifici 8” sono tanti i ragazzi che si stanno allenando sul ring: dai piccolissimi alle prese per la prima volta con i guantoni fino ad arrivare a Sebastiano Agosta e Salvatore Paternò. Per loro, amatori ma già con esperienza sulle spalle, non si tratta di un esordio assoluto ma di una conferma.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo