L’artista di Avola Elia Li Gioi premiato a Portopalo di Capo Passero

L'artista, reduce da grandi successi internazionali, al momento lavora all'allestimento di un museo a Bruxelles

Straordinario artista che ha superato i confini locali, arrivando nel tempo a farsi apprezzare anche in ambito internazionale”. Questa la motivazione che ha spinto il comitato  del premio nazionale di saggistica, giornalismo e letteratura “Più a sud di Tunisi” a conferire a Elia Li Gioi un riconoscimento per la categoria “Arte”.

L’artista avolese, che ha dedicato gran parte della sua ultima produzione al tema delle migrazioni ed è stato insignito pochi mesi fa del titolo di Cavaliere della Repubblica, ha ricevuto il premio dalle mani dell’assessore alla Cultura di Portopalo Giuseppina Caschetto e da Sergio Taccone, giornalista e organizzatore della manifestazione. Reduce da grandi successi internazionali, come la mostra che gli ha dedicato la città francese di Montauban, Li Gioi ha “lavorato” anche per Papa Francesco, realizzando per lui una grande croce collocata sul palco di una manifestazione a Palermo lo scorso anno.

Li Gioi ha condiviso idealmente il premio con “gli ultimi” e con le periferie del mondo, affinchè possiamo essere tutti “costruttori di pace e creare umanità, nello spazio e nel tempo in cui siamo stati chiamati” come ha detto Li Gioi. Il Maestro avolese è attualmente a lavoro per l’allestimento di un museo a Bruxelles


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo