Il 18 maggio comizio in piazza ad Avola di Luca Cannata: “la nomina della commissione d’indagine lascia perplessi, ne parliamo sabato”

Cannata esporrà i punti principali del proprio programma - agricoltura, infrastrutture, sburocratizzazione e sostegno a imprese e amministrazioni locali – e parlerà anche di ciò che sta accadendo in città dall'inizio della campagna elettorale

“L’immagine di Avola è quella di un Comune virtuoso che in questi anni è stato capace di saper fare e bene e di essere emulato. Porte aperte al Comune, come ha detto il mio vicesindaco Massimo Grande, siamo sempre stati trasparenti ma è chiaro che ricevere una notizia come quella dell’accesso della commissione di indagine in questo momento, a 10 giorni dalla chiusura della campagna elettorale, lascia tutti perplessi”. Candidato alle prossime elezioni europee del 26 maggio con Fratelli d’Italia, il sindaco di Avola Luca Cannata continua a ribadire la massima trasparenza della propria attività amministrativa, pur ritenendo singolare la comunicazione dell’accesso della commissione di indagine proprio a ridosso della chiusura della campagna elettorale.

Una commissione, nominata e inviata dal prefetto di Siracusa Luigi Pizzi su delega del ministro dell’Interno Matteo Salvini ma risalente a circa un mese fa. E dopo aver girato in lungo e in largo per la Sicilia, per far conoscere la propria idea di Europa portando in dote la propria esperienza da sindaco, sabato 18 maggio Cannata sarà ad Avola per l’unico comizio della campagna elettorale. L’appuntamento è alle 19 in piazza Umberto I, dove Cannata esporrà i punti principali del proprio programma – agricoltura, infrastrutture, sburocratizzazione e sostegno a imprese e amministrazioni locali – e parlerà anche di ciò che sta accadendo in città dall’inizio della campagna elettorale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo