Bagnino salva bimbo in difficoltà al borgo marinaro di Avola

Vincenzo Caruso ha tratto in salvo un giovane turista che non riusciva a tornare a riva a causa delle forti raffiche di vento

Attimi di paura ieri intorno alle 16.30 sulla spiaggia del borgo marinaro di Avola per un ragazzino che, mentre faceva il bagno con il suo materassino, si è allontanato pericolosamente dalla spiaggia. A causa del forte vento e del mare mosso, il malcapitato si è trovato presto in difficoltà.

A riportarlo a riva il bagnino in servizio che, a bordo del pattino, ha raggiunto il bimbo e lo ha tratto in salvo. “Io e il mio collega Gianluca Auricchia abbiamo notato il materassino che, a causa del vento di ponente, si era spinto velocemente e pericolosamente oltre la boa rossa. Il ragazzino a bordo non riusciva più a tornare indietro e, anzi, si allontanava sempre di più”.

A raccontare la vicenda, per fortuna a lieto fine, è Vincenzo Caruso, il soccorritore della “Misericordia”  in servizio ieri pomeriggio sulla frequentatissima spiaggia. Dopo qualche minuto di difficoltà, Caruso è riuscito a raggiungere il bimbo (un undicenne in vacanza ad Avola assieme ai suoi genitori) spaventato ma illeso.

Si sono alzate in quel momento forti raffiche di vento che stavano trascinando anche me ma, per fortuna, non senza difficoltà, sono riuscito a far salire il bimbo sul mio mezzo e a tornare al sicuro”. Le buone condizioni di salute del giovane turista hanno evitato l’intervento del 118.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo