Avola, visita di Monsignor Antonio Staglianò al centro anziani per la benedizione pasquale

Il vescovo rivolto ai presenti un invito a coltivare lo spirito cristiano di accoglienza anche nei piccoli gesti quotidiani

Un invito ad accogliere Gesù nei cuori di tutti. Questo il tema dell’omelia di Monsignor Staglianò   che stamattina, coadiuvato dal Segretario vescovile don Gabriele Di Martino e da don Paolo Trefiletti, parroco della parrocchia avolese Santa Maria di Gesù, ha officiato la Santa Messa per il precetto pasquale al centro anziani di via Galeno.

Gesù è una faccenda seria – ha detto Staglianò – non possiamo chiudere il cuore a Gesù e soprattutto non possiamo ritenerci assolti, nonostante la confessione, se non perdoniamo. Il perdono viene prima nei nostri cuori, solo dopo possiamo chiedere perdono a Dio”. Il vescovo della Diocesi di Noto, che ha accettato l’invito del comitato presieduto da Antonio Ruiz,  ha poi rivolto ai presenti un monito a coltivare lo spirito cristiano di accoglienza anche nei piccoli gesti quotidiani e si è complimentato per le attività svolte all’interno del centro anziani, una realtà associativa in costante crescita che promuove tante attività per favorire l’aggregazione e combattere la solitudine.

Augurando una Santa Pasqua a tutti, il vescovo ha voluto ricordare ai presenti di cercare di partecipare a tutti i riti di questa importante settimana per la Chiesa. La celebrazione si è conclusa con la benedizione del centro e dei soci. Erano presenti anche il primo cittadino Luca Cannata e l’assessore ai servizi sociali Simona Caldararo che si sono uniti a Monsignor Staglianò per gli auguri di una serena Pasqua per tutta la comunità


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo