Avola, via libera del consiglio comunale alla “compensazione” dei tributi

Tra le principali novità introdotte nel nuovo regolamento generale delle entrate, la possibilità per il contribuente moroso di regolarizzare la sua posizione attraverso la rateizzazione e, appunto, la possibilità per i fornitori di compensare i propri crediti con i tributi locali

Il Consiglio Comunale approva le modifiche al regolamento generale delle entrate. Il nuovo regolamento amplia gli ambiti di applicazione della cosiddetta ‘compensazione’, cioè della possibilità di compensare debiti e crediti relativi a tributi locali.Tra le principali novità introdotte, la possibilità per il contribuente moroso di regolarizzare la sua posizione attraverso la rateizzazione e, appunto, la possibilità per i fornitori di compensare i propri crediti con i tributi locali. Le modifiche apportate hanno come obiettivo quello di agevolare il contribuente nel pagamento dei tributi comunali, mettendo in campo tutte le azioni possibili affinché questi possa mettersi in regola.

Si tratta di una vera rivoluzione in materia di tributi comunali che metterà l’Ente e gli uffici preposti nelle migliori condizioni di operare – dice il sindaco Cannata – L’obiettivo era mettere il cittadino nelle condizioni di poter pagare i tributi locali in modo più agevole e meno oppressivo grazie ad una serie di strumenti che fino ad oggi non erano regolamentati”. Un cambiamento, dunque, nel segno della tax compliance.

L’aspetto più rilevante del Regolamento – continua Cannata – è rappresentato dal giusto compromesso tra le esigenze di entrata del Comune e la necessità di salvaguardare e non aggravare la situazione finanziaria dei contribuenti, sia essi privati sia imprese che potranno così compensare i propri crediti e rateizzare i propri debiti.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo