Avola, Terminato il gemellaggio tra il Capuana e Montauban

I ragazzi hanno preso parte a visite culturali, lezioni frontali e l’inaugurazione della mostra fotografica “Avola racconta Montauban”

Si è concluso il gemellaggio tra il Capuana e l’Institut Familial di Montauban.  I 25 alunni francesi, accompagnati dagli insegnanti Annie Crivella, Marjorie Romeo e dall’assessore alla Cultura di Montauban Alain Crivella tornano a  casa con un ricco bagaglio di esperienza.

Gli alunni di entrambi gli istituti, incoraggiati dalla dirigente Domenica Nucifora e dai referenti  del progetto Francesca Calvo e Ottavio Cancemi, hanno partecipato con entusiasmo a tutte le attività proposte e hanno collaborato in modo estremamente proficuo, non solo dal punto di vista didattico ma anche per la forte carica emotiva che ha comportato il fatto di aver vissuto una settimana a contatto con coetanei di un altro Paese.

I ragazzi hanno preso parte a visite culturali, lezioni frontali e l’inaugurazione della mostra fotografica “Avola racconta Montauban” in cui sono stati coinvolti anche gli alunni ospitanti. Un forte contributo è stato dato anche dal gruppo Folk del Val di Noto di Paolo Sirugo, diretto da Margherita Puglisi, entusiasta “ambasciatore” delle tradizioni locali siciliane.

Il Comune sostiene fortemente iniziative come questa, riconoscendo il valore profondo di tale esperienza quale occasione di allargamento degli orizzonti culturali. Abbiamo collaborato all’organizzazione di diverse attività di accoglienza e conoscenza del territorio locale. Non ultima, l’inaugurazione del museo della mandorla, in cui l’assessore Crivella  è stato nostro  graditissimo ospite ” ha detto l’assessore alla Cultura Simona Caldararo.

Appuntamento  a settembre, quando una delegazione di Montauban assieme al sindaco Barèges e all’assessore Crivella sarà nuovamente ospite della città iblea.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo