Avola, il sindaco Cannata ignora Vinciullo: “basta alle vecchie logiche di spartizione di poltrone”

"Occorre dunque smascherare senza ipocrisie i soggetti che si rifanno alle vecchie logiche di spartizione di poltrone - aggiunge Cannata - e che per ambizioni personali manifestano sbalzi di umore che evidenziano una accertata e palese incoerenza tra le cose dette e i comportamenti adottati

Dopo avere ascoltato in questi giorni diverse campane e diverse versioni siamo arrivati alla conclusione che il caso del gruppo Vinciullo non è politico ma clinico. Dunque come siamo stati disponibili già la prima volta quando sono venuti Vinciullo e gli appartenenti del gruppo Avola Protagonista (con in primis Calvo) nel mio ufficio chiedendomi di poter partecipare e condividere la nostra azione amministrativa non possiamo che continuare  a essere aperti con coloro che intendono proseguire il nostro percorso in modo chiaro e responsabile“. Il sindaco Luca Cannata risponde così alla decisione del gruppo che fa riferimento al parlamentare regionale Vincenzo Vinciullo, che ha deciso di non continuare l’esperienza politica dell’attuale primo cittadino appoggiando il candidato Daniele Calvo.

Occorre dunque smascherare senza ipocrisie i soggetti che si rifanno alle vecchie logiche di spartizione di poltrone – aggiunge Cannata – e che per ambizioni personali manifestano sbalzi di umore che evidenziano una accertata e palese incoerenza tra le cose dette e i comportamenti adottati. Infatti se fino ad appena una settimana fa ero considerato uno dei migliori sindaci di questa regione adesso non si comprende come io possa aver cambiato le mie caratteristiche“. E il riferimento è a ciò che disse meno di tre mesi fa il parlamentare all’Ars Vinciullo quando ritenne che appoggiare il sindaco uscente fosse un fatto quasi scontato perché è “uno dei migliori sindaci della regione. Una scelta non di cuore, ma di testa. Abbiamo già lavorato e continueremo a lavorare insieme”.  Stesso discorso per Daniele Calvo, uno dei fondatori della lista Avola Protagonista.

Allo stesso tempo – conclude – non possiamo che far notare l’importanza che riveste per il proseguo della mia amministrazione la modalità di gestione della città che mette al primo posto lo sviluppo attraverso le opere pubbliche e i servizi sociali. Il nostro obiettivo è quello di continuare a “fare” per Avola condividendo con tutti un modo nuovo di amministrare che ha già dato i frutti in questi cinque anni . auguriamo ogni bene a tutti coloro che saranno candidati consapevoli che le scelte saranno prese dagli Avolesi sulla base di valutazioni oggettive e differenze che sono sotto gli occhi di tutti“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi