Avola, servizio di accoglienza della Croce rossa italiana al Pronto soccorso

L’iniziativa nasce dal Protocollo d’intesa sottoscritto a livello regionale tra l’Assessore della Salute, Ruggero Razza, e la Croce Rossa Italiana per la gestione del sovraffollamento dei Pronto Soccorso

Prosegue il servizio di accoglienza al Pronto Soccorso del “Di Maria” a cura di Croce rossa italiana, comitato di Avola. “Sorrisi, cortesia, disponibilità e competenza sono le prerogative dei nostri volontari” si legge in una nota diffusa dal comitato Cri di Avola.

Sono tante le necessità  cui i volontari fanno fronte ogni giorno: migliorare l’umanizzazione della presa in carico del paziente, favorire la conoscenza delle modalità di accesso al paziente, accogliere gli eventuali familiari fornendo al contempo appropriato supporto alle persone più fragili. Non solo: i volontari  forniscono nei tempi di attesa informazioni relative ai codici assegnati, facilitano l’accesso dei codici rosa, intercettano il disorientamento e i bisogni espressi ed inespressi, rispondono alla domanda di informazione e alle necessità e dell’utente e dell’accompagnatore.

L’iniziativa nasce dal Protocollo d’intesa sottoscritto a livello regionale tra l’Assessore della Salute, Ruggero Razza, e la Croce Rossa Italiana per la gestione del sovraffollamento dei Pronto Soccorso grazie a precise azioni di prevenzione, misurazione e monitoraggio del fenomeno realizzate dalle Aziende Sanitarie Provinciali della Regione Siciliana


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo