Avola, sequestro preventivo per un lido balneare

Pedane e staffe sarebbero rimaste sulla spiaggia e risulterebbero pericolose. Anche se sembra che già da questa mattina i responsabili della struttura abbiano avviato gli interventi per rimuovere le situazioni di pericolo per ottenere il dissequestro

Sequestro preventivo per un lido balneare: per la delegazione di spiaggia di Avola non sarebbe stata rispettata la concessione stagionale e le pedane e staffe sulla spiaggia risulterebbero pericolose. Anche se sembra che già da questa mattina i responsabili della struttura abbiano avviato gli interventi per rimuovere le situazioni di pericolo per ottenere il dissequestro.

La concessione di spazi del demanio marittimo riguarda il periodo tra aprile e ottobre, alla scadenza bisogna poi ripristinare i luoghi fino alla stagione successiva. Da un controllo esteso a tutto il litorale avolese, la delegazione di spiaggia di Avola ha notato la presenza di una pedana in legno e di alcune basi per staffe, utilizzate per ospitare travi in legno e garantire la stabilità di strutture rimovibili, che avrebbero rappresentato una situazione di pericolo e che non erano più autorizzate, in quanto la concessione stagionale ottenuta dai responsabili del lido era già scaduta e non erano state, dunque, rimosse.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo