Avola, sarà presentato domani il cartellone di “Art’è Music Fest”

Per l'occasione, sarà riconsegnata alla città la tela sovraporta della sala consiliare, dopo un lungo e accurato restauro

Domani, alle 11:30, al Municipio, sarà presentato il programma della nuova edizione di “Art’è Music fest”. Saranno 4 gli appuntamenti, dal 9 al 23 agosto, al cortile di pietra del Palazzo di città. Diversi i generi musicali protagonisti di questa edizione targata 2019: dalla musica classica al tango, alla tradizione napoletana alle composizioni per mandolino del maestro avolese Falbo, dallo swing al folk.

Siamo giunti alla VII edizione dell’Art’è Cultura Music Fest – dice Salvo Guastella, direttore artistico del Festival – la rassegna teatrale estiva di successo che ogni anno conta sempre un crescente numero di consensi, entrata a far parte degli eventi artistici musicali che caratterizzano l’estate avolese. La rassegna  è nata  dalla volontà di questa amministrazione nel voler dare fiducia ai giovani musicisti della nostra città, che si sono distinti per talento e voglia di mettersi in gioco organizzando un evento che ha trasformato i luoghi di grande valore architettonico della nostra città (piazze, giardini, cortile in pietra) in veri e propri salotti culturali. Orgogliosi di far crescere ogni anno il festival grazie alla fiducia che il Sindaco Luca Cannata ripone nelle nostre scelte artistiche diventate sempre più di respiro nazionale”. Dopo i  saluti del sindaco, interverranno Salvo Guastella,  Francesca Gringeri Pantano, storica dell’arte,  Giovanna Strano, Dirigente Liceo Artistico “A. Gangeni” Siracusa  e Nino Sicari, docente Liceo Artistico “A. Gangeni” Siracusa. “Art’è continua la sua tradizione di eccellenza – dice il sindaco Cannata –  Anche l’edizione 2019 sarà caratterizzata da un programma di qualità ma variabile, per incontrare i diversi gusti dei fruitori. Questa manifestazione musicale straordinaria assume man mano che va avanti un valore sempre maggiore, grazie al fatto che riesce a far convivere tradizioni, sonorità e stili così differenti”

Per  l’occasione, sarà la stessa sala consiliare dedicata a “Pignatelli Aragona Cortes” ad essere protagonista in un momento artistico di grande importanza. Sarà riconsegnata alla città, dopo un accurato restauro, la tela “sovraporta” (con un soggetto allegorico)  che, dopo mesi, verrà finalmente ricollocata al Municipio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo