Avola, prevenzione oncologica: incontro alla Lilt

Consulta femminile, Amac e Uni3 in visita ai laboratori

Le associazioni del territorio rinnovano il loro sostegno alla Lilt di Avola. Stamattina una nutrita delegazione delle associazioni locali (Consulta femminile, Uni3, Amac) ha visitato la sede di Lilt che, dall’apertura nel dicembre 2017,  risponde alle esigenze e alla richiesta di una popolazione molto sensibile alla tematica della prevenzione oncologica.

L’intento dell’associazione, che ha sede nei locali dell’ex Tribunale,  è, infatti, quello di offrire una copertura informativa e diagnostica sempre più completa nell’ambito della prevenzione di secondo livello.

I visitatori, capitanati dalla presidente della consulta femminile Lucia Piccione, sono stati accolti dal presidente Lilt Siracusa Mario Lazzaro e dalla responsabile Maria Vespa. Dopo il saluto del vicesindaco Massimo Grande, che ha rinnovato l’impegno dell’amministrazione Cannata al sostegno del lavoro di Lilt sul territorio, Lazzaro ha spiegato le attività svolte all’interno della sede  e ha, poi, risposto a una serie di domande specifiche sulla prevenzione e la cura dei tumori rivolte dai visitatori.

La prevenzione – ha detto Lazzaro – è associata alla diagnosi precoce, agli screening,ma anche  al cambiamento degli stili di vita e delle abitudini. Prevenire significa innanzitutto cambiare il modo di vivere”.  I volontari, infine, hanno guidato i numerosi visitatori all’interno degli ambulatori.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo