Avola, palazzo Modica: i consiglieri di opposizione chiedono un immediato intervento di bonifica

L'area cortilizia invasa da erbacce e sterpaglie

A distanza di un anno, i consiglieri comunali Nuccio Inturri e Stefania Caldarella scrivono nuovamente per segnalare la situazione di abbandono in cui versa il cortile dello storico Palazzo Modica.

Nel novembre 2017 il responsabile unico del procedimento, Bruno Ventura, comunicava al sindaco Luca Cannata che i lavori per rendere agibile Palazzo Modica erano terminati – dicono i firmatari della lettera –  Dopo un lungo iter burocratico per ottenere il collaudo e l’agibilità della struttura, Palazzo Modica a 7 anni dall’approvazione del progetto esecutivo era pronto per essere allestito. Servivano i contenuti, il comitato di gestione e dopo finalmente doveva essere fruibile dai visitatori. L’amministrazione Cannata aveva annunciato che la struttura avrebbe dovuto accogliere entro l`estate 2018 il museo Etno-Antropologico della Città invece è abbandonata quasi del tutto”. A lanciare l’allarme sono Nuccio Inturri e Stefania Caldarella , consiglieri di opposizione nonché componenti della IV commissione consiliare , che pochi giorni fa durante un sopralluogo, hanno realizzato un resoconto della situazione a partire da quando fu ufficialmente annunciata la conclusione dei lavori.

La struttura era già pronta per ospitare il museo il museo Etno – Antropologico della città e nello stesso tempo essere un contenitore culturale con il compito di ospitare mostre per i nostri artisti – continuano i consiglieri – Una parte era pronta per ospitare la cantina internazionale del Nero d’Avola, un altro spazio dovrà essere dedicato al posizionamento di reperti archeologici di Avola Antica e vicino un’altra area in cui si racconterà la storia della città prima e dopo il terremoto del 1693.

Basta invece guardare al di la del cancello ed ecco qua il cortile-savana del Palazzo. In sostanza, al di là degli interventi fatti , la struttura sembra consegnata a tempo indefinito al degrado più totale, con la corte colonizzata da parte dei volatili che vi hanno preso stabile e incontrastata dimora, con la presenza ovunque di una quantità impressionante di escrementi, erba alta e sterpaglie ovunque”.

Lo scorso mese era stato effettuato un sopralluogo a Palazzo Modica da parte del Sindaco e della parlamentare regionale Rossana Cannata, assieme alla soprintendente Donatella Aprile. I due consiglieri chiedono che si avvii, al più presto, un intervento di bonifica igienico-sanitaria dello stabile e del cortile e si dia seguito agli impegni presi con la realizzazione del Museo della Città di Avola.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo