Avola, ottimo piazzamento per i runner Sessa e Chiarenza nella “Etna extreme – 100 km del vulcano”

Una delle competizioni per i runner più dure per le condizioni "estreme"

Una competizione davvero “estrema”, lunga 100 km attorno al vulcano attivo più alto d’Europa. Questa è la “Etna extreme” che ogni anno richiama appassionati da diverse parti d’Italia. Alla corsa su strada hanno preso parte anche gli avolesi Salvatore Sessa e Giuseppe Chiarenza. Per i due runner un percorso durissimo attorno all’Etna che ha attraversato le località di Randazzo, Linguaglossa, Zafferana, raggiungendo il Rifugio Sapienza a 1.910 metri di altitudine, prima di ritornare a Bronte.

Ottimi i piazzamenti per entrambi gli atleti: secondo assoluto e primo cat, m50, con il tempo di 10 ore 19 min 58 secondi  per Salvatore Sessa, che ha corso con i colori della “podistica Messina”. Per Giuseppe Chiarenza, “Atletica Avola”, 9° posto assoluto e primo cat m35 con 11 ore 54 min 43 sec. I due sono stati assistiti lungo il percorso da un altro avolese, Venerando Tina. Per entrambi gli atleti avolesi si tratta della seconda gara 100 km del 2019 (la prima, la “Passatore”, ha avuto luogo a maggio).

Una gara con una ottima organizzazione, ma durissima per la grande difficoltà delle salite – dice Sessa – si tratta sicuramente di una delle più suggestive in assoluto per i paesaggi spettacolari che si incontrano lungo il percorso


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo