Avola, orrore in rete: nuova denuncia di Meter onlus

Oltre 120 mila i file nascosti tra le pieghe del deep web scovati e denunciati

Un nuovo, ennesimo abominio perpetrato ai danni dei più deboli scoperto e denunciato da Meter onlus. “21.405 video scoperti e denunciati da Meter alle ore 00,50 del 17 ottobre 2019. Tutto denunciato, come sempre. Da attenzionare che gli stessi pedofili e pedopornografi presentano il loro abominio di abuso sui bambini di età tra 0 (zero) a un massimo di 9 anni. Una tragedia già consumata”. Così commenta don Fortunato, fondatore della onlus avolese che da 30 anni si batte contro il terribile fenomeno della pedopornografia,  riconosciuta nel mondo come una delle massime autorità nella prevenzione del disagio infantile e nella progettazione di interventi mirati per aiutare le vittime degli abusi sessuali.

In una settimana, nella stessa piattaforma sono stati denunciati circa 100.000 video e foto. Le denunce sono state inoltrate a varie forze di Polizia e anche al Server Provider – continua don Di Noto – È una gravità enorme. Documentabile.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo