Avola, oggi è il 14° anniversario della strage di Nassirya. Martedì la commemorazione per il Brigadiere Giuseppe Coletta

L'avolese Giuseppe Coletta fu uno dei 17 militari italiani uccisi dall’esplosione dell’autocisterna kamikaze che spezzò anche le vite di due civili nostri connazionali, oltre a quelle di 9 iracheni.

Ricorre oggi il quattordicesimo anniversario della strage di Nassiriya, una delle pagine più tristi della storia recente italiana. Il 12 novembre del 2003, nella città a sud dell’Iraq, un camion-bomba esplose dentro il recinto della “Maestrale”, una delle basi del contingente italiano MSU a cui era demandato il controllo di quella zona del paese. In quell’attentato perse la vita l’avolese Giuseppe Coletta,  brigadiere dei carabinieri in missione in Iraq.

Giuseppe Coletta fu uno dei 17 militari italiani uccisi dall’esplosione dell’autocisterna kamikaze che spezzò anche le vite di due civili nostri connazionali, oltre a quelle di 9 iracheni.

Il Brigadiere Coletta, nel corso delle missioni di pace all’estero, si è sempre prodigato in favore dei più piccoli, sia con il proprio servizio quotidiano, sia facendosi promotore di iniziative a carattere privato finalizzate a fornire un aiuto concreto ai più bisognosi.

Martedì la commemorazione al Cimitero di Avola a cui parteciperanno le massime autorità civili e militari.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi