Avola, “nessun aumento per il canone idrico e per la Tari”: il sindaco Cannata rassicura i cittadini

"Chiunque abbia riscontrato o riscontrerà alla ricezione un aumento rispetto alle bollette pagate l’anno scorso può tranquillamente fare presente tale anomalia all’ufficio Tributi"

Nessun aumento per il canone idrico e per la Tari“. Il sindaco Cannata rassicura la cittadinanza e spiega che, se qualcuno dovesse trovare qualche “sorpresa” in bolletta, può rivolgersi agli uffici che correggeranno gli eventuali errori.

Le tariffe, infatti, sono state riconfermate rispetto all’anno precedente solo che l’invio delle vollette è slittato di qualche settimana rispetto agli anni precedenti per motivi tecnici, cioè a causa del passaggio alla riscossione diretta dei tributi locali Tari e del canone idrico con il canale di Poste italiane con un risparmio rispetto alla precedente gestione di Serit che prevedeva per ogni anno un compenso di circa 100 mila euro solo per la Tari, oggi ridotto a circa 12 mila euro.

Chiunque abbia riscontrato o riscontrerà alla ricezione un aumento rispetto alle bollette pagate l’anno scorso – ribadiscono il sindaco Cannata e il responsabile del settore Sviluppo economico Carmelo  Macauda – può tranquillamente fare presente tale anomalia all’ufficio Tributi. Si tratta solo di un disguido di natura tecnica e nulla più, perché non c’è alcun aumento“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi