Avola, muore a Ragusa dopo un intervento in day hospital: i familiari presentano una denuncia

Si tratta di Corrado Roccaro, cinquantottenne avolese

È morto ieri, all’ospedale “Giovanni Paolo II” di Ragusa, Corrado Roccaro, cinquantottenne avolese, ricoverato dal 7 gennaio per un intervento “di routine”. L’uomo, infatti, è stato sottoposto a un’operazione di ablazione atriale, già programmata da tempo e che, in genere, prevede un ricovero in day hospital (tale intervento presenta un’incidenza bassissima di complicanze).

Uscito dalla sala operatoria sembra, però, che siano sorti problemi. Roccaro è stato trasferito la sera stessa dell’intervento al reparto di rianimazione, dove è rimasto per 11 giorni in coma farmacologico attaccato ai macchinari. I familiari nel frattempo avevano già presentato pochi giorni dopo l’operazione, con l’avvocato Adriana Luminoso, una denuncia querela in Questura, perché la magistratura accertasse le eventuali responsabilità di quanto accaduto. La moglie Anna e i figli Giuseppe e Maria Rosa  chiedono ora  che sia fatta piena luce su questa tragica morte.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo