Avola, per una multa non pagata brucia lo scooter all’ex cognato e gli spara con il fucile da pesca: ai domiciliari un 32enne

Rossitto è andato in escandescenza e ha prima minacciato l'ex cognato, poi ha dato fuoco alla Vespa e quindi ha imbracciato il suo fucile da pesca ma la fiocina per fortuna ha mancato il bersaglio

Immagine di repertorio

Tenta di uccidere l’ex cognato sparandogli con un fucile da pesca dopo avergli bruciato lo scooter.

Agenti della Polizia di Stato, in servizio al commissariato di Avola hanno arrestato Antonio Rossitto (classe 1985) avolese, per i reati di tentato omicidio, atti persecutori, incendio doloso e minacce aggravate nei confronti di altra persona (classe 1981), con la quale aveva avuto un diverbio per futili motivi. Ex cognati – la sorella della vittima era l’ex fidanzata dell’arrestato – dopo una serie di dissidi si è arrivati allo scontro più feroce per via di una multa non pagata.

Ieri mattina, così, Rossitto è andato in escandescenza e ha prima minacciato l’ex cognato, poi ha dato fuoco alla Vespa e quindi ha imbracciato il suo fucile da pesca ma la fiocina per fortuna ha mancato il bersaglio. Dopo le incombenze di rito, l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi