Avola, morte di Roccaro: arrivano gli ispettori all’ospedale di Ragusa

Sarà eseguito esame autoptico al "Maria Paterno Arezzo" di Ibla

Arriveranno oggi a Ragusa gli ispettori inviati dall’assessorato regionale alla Sanità per condurre un’indagine sulla morte di Corrado Roccaro, l’uomo deceduto dopo 11 giorni di ricovero in rianimazione all’ospedale “Giovanni Paolo II”.

Sarà un’indagine, dunque, ad accertare cosa ha portato effettivamente al decesso del cinquantottenne avolese. Roccaro, ricoverato nel nosocomio ragusano per un intervento programmato da tempo, era stato sottoposto a un intervento di ablazione per risolvere un’aritmia cardiaca il 7 gennaio,  ma la sera stessa era stato trasferito in rianimazione a causa di complicanze post operatorie.

Il cuore dell’uomo ha cessato di battere lo scorso venerdì. La famiglia, nel frattempo, difesa dall’avvocato Adriana Luminoso del Foro di Siracusa, ha presentato denuncia/querela. Su disposizione della Procura di Ragusa, la salma è stata posta sotto sequestro e trasferita al “Maria Paterno Arezzo” di Ibla dove sarà sottoposta a esame autoptico.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo