Avola, morte di Corrado Roccaro: quattro gli indagati

Prende corpo l'inchiesta per la morte del cinquantottenne avolese

Sono quattro le persone iscritte nel registro degli indagati per la morte di Corrado Roccaro, l’uomo deceduto all’ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa il 18 gennaio dopo un ricovero di 11 giorni in rianimazione.

Si tratta del cardiologo che ha operato Roccaro, Giuseppe Campisi, medico avolese e residente a Modica. Con lui anche i medici Michele Torre, Giosafatto Rodi e, infine, anche il primario del reparto di cardiologia Antonio Nicosia. La procura di Ragusa ha, inoltre, nominato il dottor Francesco Coco e il dottor Giuseppe Di Pasquale consulenti tecnici per procedere all’esame autoptico che sarà effettuato sabato.

Corrado Roccaro era stato sottoposto a un intervento, programmato da tempo, di ablazione atriale il 7 gennaio ma qualcosa è andato storto. Per il cinquantottenne, rimasto attaccato ai macchinari della rianimazione per 11 giorni, non c’è stato nulla da fare.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo