Avola, la pacifica “invasione” dei vespa club: 300 partecipanti al raduno di domenica scorsa

I vespisti hanno scelto un itinerario dedicato alle bellezze paesaggistiche, archeologiche e anche alle eccellenze dell'enogastronomia locale

Un lungo serpentone su due ruote ha attraversato Avola e il suo territorio, domenica scorsa, in occasione della  2^ edizione della manifestazione “In Vespa per un Sorriso”. L’evento, organizzato dal Vespa Club Avola diretto da Michele Piccione e patrocinato dal Comune, quest’anno era dedicato alla “mandorla e al mare”. Gli oltre 300 partecipanti, infatti, hanno percorso un itinerario legato alle bellezze paesaggistiche, archeologiche avolesi e anche alla scoperta dell’enogastronomia locale.

Al taglio del nastro era presente l’Assessore alle Politiche sportive e dello Spettacolo Luciano Bellomo che ha portato i saluti istituzionali. Il raduno è iniziato dalla suggestiva Piazza Umberto I, cuore del centro storico avolese, dove i vespisti hanno visitato la cripta della Chiesa Madre, su gentile concessione del parroco Don Rosario Sultana. Successivamente il lungo e colorato corteo si è spostato per le vie dell’esagono, con  soste al borgo marinaro, al centro giovanile (dove i partecipanti hanno visitato il museo della mandorla  e hanno preso parte a una ricca degustazione di prodotti locali) e, infine, hanno terminato il giro con la visita al sito archeologico del Dolmen “Ciancio”.

I vespisti erano provenienti dai diversi Club  presenti in Sicilia tra cui Noto, Comiso, Augusta, Lentini, Siracusa, Taormina, Santa Croce Camerina, Ispica, Francavilla di Sicilia e Barcellona Pozzo di Gotto. Presente anche  il “Gruppo Fiamme in Vespa”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo