Avola, la “Frank Matcham society” al teatro Garibaldi: delegazione accolta dal comitato di gestione

Il gruppo di intellettuali inglesi ha deciso di inserire il Garibaldi nel circuito di visite ai teatri architettonicamente più interessanti del territorio

Il Comune ha accolto ieri la “Frank Matcham Society”. Un gruppo composto da trenta affiliati all’associazione inglese, in questi giorni in visita per un “Grand Tour” della Sicilia, ha fatto tappa al Garibaldi di Avola, dove ha avuto come guide d’eccezione i componenti del comitato di gestione e il direttivo della rete di imprese “Avola tra mare e canyon”.

La “Society” promuove l’interesse per l’opera di Frank Matcham (1854-1920), architetto inglese di teatri,  organizzando visite ai suoi edifici, ma anche seminari, pubblicazioni e  visite a teatri architettonicamente ritenuti più interessanti  nel Regno Unito e nel Mondo. I soci provengono da ambienti diversi e hanno diversi interessi: alcuni hanno un background teatrale (attori, artisti ma anche amministratori), altri hanno un interesse generale per l’architettura dei teatri e la storia delle rappresentazioni.

Il gruppo ha, dunque, ritenuto meritevole di essere inserito nel circuito di visita proprio il teatro comunale avolese, inaugurato alla fine dell’800, punto di riferimento per la vita artistica e culturale della cittadina. Con gli occhi rivolti verso l’alto per guardare la volta affrescata, il gruppo ha ascoltato la storia del teatro avolese, dalla fondazione fino al recente restauro e l’organizzazione dei cartelloni, mostrando curiosità e interesse per eventuali, future collaborazioni. “Avete un teatro bellissimo, spero siate coscienti della vostra enorme fortuna” ha commentato il fotografo della “Society” a fine visita.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo