Avola, la famiglia Coletta distrutta dall’incidente a Foggia: i genitori partono per la Puglia. Sebastiano lascia anche una bimba di 6 anni

Al dolore per la perdita di queste giovani vite si è associato anche il sindaco Cannata che ha raggiunto, tramite un telegramma, i familiari: “mi unisco al dolore della famiglia. In una simile tragedia le parole sono superflue”

Una città ancora scossa dalla terribile tragedia occorsa alla famiglia Coletta. Tantissimi i messaggi di cordoglio per Sebastiano, Francesca e il loro figlioletto, rimasti uccisi nello schianto tra l’auto su cui viaggiavano e un veicolo condotto – per ironia della sorte – da un altro siciliano sulla tangenziale sud di Foggia. Coletta aveva trascorso assieme alla sua compagna le vacanze pasquali ad Avola, nella casa dei genitori. Qui vive anche la prima figlia di Sebastiano Coletta, avuta 6 anni fa da una precedente relazione.

La giovanissima famiglia (30 anni lui, 36 lei e appena 2 anni il piccolo Salvatore) era di ritorno ad Ascoli Piceno, città natale di Francesca, dove risiedevano stabilmente da oltre due anni. I genitori del giovane avolese, appresa la tragica notizia, sono partiti alla volta dell’ospedale civico di  Foggia, dove le salme, in attesa di indicazioni per le esequie, si trovano composte nella camera mortuaria.

Al dolore per la perdita di queste giovani vite si è associato anche il sindaco Cannata che ha raggiunto, tramite un telegramma, i familiari: “mi unisco al dolore della famiglia. In una simile tragedia le parole sono superflue”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi