Avola, incidente in contrada Zuccara, l’assessore Caldararo: “come può l’animo umano arrivare a strumentalizzare una tragedia?”

Pioggia di commenti sui social per commentare la tragedia

Non ci sono parole, non ci sono risposte da dare per spiegare una tale tragedia. Tutti noi di Scienze umane, in silenzio, ci stringiamo alla famiglia, straziata da tanto dolore. Ciao Robertina!” Queste le parole a corredo di una serie di foto con cui il Liceo di Scienze Umane Majorana ha voluto salutare Roberta Racioppo, la giovanissima vittima di un incidente sulla via Elsa Morante di ieri notte.

La ventunenne, infatti, aveva frequentato con profitto il liceo avolese. Sono tanti i messaggi di cordoglio che i concittadini della ragazza stanno postando in queste ore per ricordare Roberta. Una vita spezzata tocca sempre il cuore e la storia di Roberta, falciata da  un diciannovenne al volante “in evidente stato di alterazione psico-fisica” come si legge nella nota diffusa dal commissariato di Pubblica sicurezza ha scatenato commenti di varia natura.

Grande dolore e immensa tristezza. Una giovane vita spezzata nel fiore degli anni, con tanti sogni nel cassetto, come quelli che si hanno solo a vent’anni – ha scritto l’assessore alle Politiche Sociali Simona Caldararo – E poi mi chiedo: ma come può l’animo umano arrivare a strumentalizzare una tragedia, la morte di una ragazza, il dolore di una madre e di un padre, per attaccare il Sindaco e un’intera amministrazione? Un incidente, per come riportano le notizie di stampa, da verificare, avvenuto alle tre del mattino, causato da chi, pare, guidasse a velocità sostenuta, senza patente e in stato di ebbrezza. Un incidente che poteva accadere ovunque, per le modalità, e in qualunque parte di questa Citta’ e del mondo.  Forse qualche domanda dovremmo porcela noi genitori, cosa insegniamo ai nostri figli, quali valori e quali regole diamo. Ma credo che davanti a una tragedia simile che colpisce un’intera famiglia, oltre che la comunità, bisogna solo far silenzio e pregare. Da mamma, posso solo immaginare il dolore immenso che stanno provando i genitori.  Condoglianze alla famiglia di Roberta e che il Signore dia la forza ai genitori di andare avanti”.

Intanto oggi molti locali del borgo marinaro hanno deciso di rimanere con le serrande abbassate in segno di lutto.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo