Avola, i pericoli di internet in un laboratorio dedicato ai più piccoli promosso da “La Quercia”

Incontro conclusivo al centro giovanile "Falcone e Borsellino"

Si è concluso il progetto “Educazione multimediale, i pericoli di internet”, proposto dall’associazione La Quercia ODV all’amministrazione comunale in occasione della “Settimana della cultura”.

I laboratori, rivolti agli alunni che frequentano le classi I e II dell’istituto comprensivo Bianca-Vittorini di Avola, hanno avuto  l’obiettivo di educare i ragazzi all’utilizzo consapevole della rete, senza incorrere in atteggiamenti sbagliati e pericolosi (come il fenomeno del “sexting”); è stata promossa anche l’ app “You Pol” dalla Polizia di Stato nata per segnalare ogni forma di violenza e  per ridurre le distanze tra i giovani e le istituzioni. All’ultimo incontro, tenutosi al centro giovanile “Falcone e Borsellino”, erano presenti anche l’assessore all’istruzione Simona Caldararo, la dirigente scolastica Calogera Alaimo e il vicequestore aggiunto Fabio Aurilio.

Numerose sono le risorse umane che possono lavorare in rete, al fine di co-costruire una più consapevole conoscenza del fenomeno e dei suoi pericoli – sostengono le Dottoresse A. Altomare e Z. Sapienza rispettivamente Presidente e Vice-presidente dell’Associazione La Quercia – ringraziamo il Sindaco Dott. Luca Cannata , l’assessore alle politiche sociali Avv. Simona Caldararo per aver creduto nella proposta progettuale; il vicequestore aggiunto Dott. Fabio Aurilio per il suo intervento, la dirigente dell’istituto Dott.ssa Calogera Alaimo e i docenti”.

L’associazione La Quercia ODV, costituitasi nel 2018, promuove attività di prevenzione del disagio e promozione del benessere offrendo servizi alle famiglie, ai bambini e agli adolescenti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo