Avola, “giornata mondiale degli oceani”: al borgo marinaro bimbi e genitori “a lezione” d’ecologia

L'iniziativa è stata promossa dalla scuola "La fabbrica della felicità"

Tutti insieme per difendere il mare dalla plastica: bimbi e genitori protagonisti di un flash mob sulla spiaggia del borgo marinaro. In occasione della Giornata Mondiale degli Oceani (World Oceans Day), istituita dall’ Onu nel 1992, la scuola “La Fabbrica della Felicità” diretta da Paolo Antonuccio e Concita Rossitto ha svolto un’ attività didattica sull’arenile di “Mare vecchio”.

I bambini hanno realizzato una installazione artistica per protestare contro l’ inquinamento da plastica che i nostri mari stanno subendo. Hanno creato un mare con le bottiglie di plastica, unito simbolicamente sagome di pesci e hanno simulato, sdraiandosi sulla sabbia, di nuotare in un mare di plastica. Poi, insieme con i genitori, hanno ripulito tutta la spiaggia affinchè grazie a questo gesto e all’ esperienza vissuta possano imparare a rispettare l’ ambiente.

Dopo questa “bruttezza” della plastica, i bimbi hanno constatato la “bellezza” del nostro mare pulito con un bel tuffo tutti insieme. L’iniziativa del borgo marinato ha chiuso il progetto “Terra…..Mare” sviluppato dalla scuola nei mesi scorsi e che ha visto anche la partecipazione della ditta che si occupa della raccolta rifiuti in città, la Dusty. Quest’ultima, con una serie di laboratori dedicati alle classi, durante tutto l’anno scolastico  ha spiegato ai piccoli alunni l’ importanza della raccolta differenziata.

La nostra città è orgogliosamente plastic free – dice il primo cittadino Luca Cannata che ha applaudito l’iniziativa della “Fabbrica della felicità – sosteniamo con forza iniziative come questa che aiutano a sensibilizzare tutti, dai più piccoli ai più grandi, sull’impatto reale della plastica nei nostri mari”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo