Avola, giornata ecologica alla Zuccara: eliminate le microdiscariche

Hanno risposto all'appello anche alcuni esponenti della Giunta comunale

Armati di guanti e sacchi hanno ripulito (per la terza volta in questa lunga estate avolese) la costa di Contrada Zuccara. Sono i membri del comitato “Cicirata/Piccio” che, dopo i due appuntamenti che hanno avuto luogo a luglio, hanno bonificato ieri l’arenile di questa zona costiera di Avola.

Perchè la scelta ricade su quel tratto di litorale? Lungo tutto il tratto poco fruito dalla balneazione abituale, è invece abituale, o meglio brutta abitudine degli scansafatiche, che in un batter d’occhio abbandonano tanta spazzatura che si va a sommare a quella portata dalle maree marine e quella che si riversa utilizzando il corridoio del torrente durante gli acquazzoni”. Queste le parole del comitato, il cui referente è Saro Zaffarana, che ha dato vita alla serie di giornate ecologiche denominate “Terra da amare – plastic free”, nate dal profondo amore per la propria città e dalla stanchezza nel vedere lo stato di degrado in cui questa zona marittima spesso verte a causa di gesti compiuti da  maleducati.

A rispondere all’appello anche alcuni esponenti della giunta: il presidente del consiglio Fabio Iacono, l’assessore alla Cultura Simona Caldararo e l’assessore allo spettacolo Luciano Bellomo, insieme con il responsabile delle attività produttive del Comune Carmelo Macauda. Tutti insieme hanno raccolto i rifiuti gettati indiscriminatamente dagli incivili e eliminato le microdiscariche presenti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo