Avola, gettoni di presenza delle commissioni consiliari: è polemica

A difendere con forza la bontà del lavoro svolto dalle commissioni è proprio il presidente del consiglio comunale Fabio Iacono

Botta e risposta tra il deputato regionale Stefano Zito, M5S e Fabio Iacono, presidente del consiglio comunale avolese. Oggetto del contendere un’ interrogazione, a firma di Zito, “per chiedere al presidente della Regione e all’Assessore delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica di verificare l’operato del comune di Avola” che sarebbe stata presentata il 24 giugno.

Da alcune segnalazioni che ho ricevuto dal MeetUp di Avola, sembrerebbe che, almeno dall’anno 2018, siano state rilevate alcune anomalie all’interno della documentazione riguardante le sedute di alcune commissioni consiliari, per cui ne risulterebbero alcune di dubbia “validità” ai fini dell’erogazione del gettone di presenza ai consiglieri comunali – dichiara Zito – Si è ripetuta più volte la circostanza per cui, a fronte di sedute di commissione rinviate dopo qualche minuto per mancanza del numero legale, sembrerebbe che i consiglieri presenti abbiano comunque percepito il gettone di presenza”. Il deputato regionale Stefano Zito assieme ai colleghi del gruppo parlamentare del MoVimento 5 Stelle ritiene sia “necessario far chiarezza una volta per tutte su circostanze che, se accertate, potrebbero dare luogo a casi di danno erariale”.

Un’interrogazione dunque, che ha come fine quello di “valutare se e quali anomalie possano essersi verificate in relazione ai principi di buon andamento ed economicità cui sempre dovrebbe conformarsi l’attività della pubblica amministrazione – continua Zito – E se, nell’ipotesi in cui si dovessero accertare lacune all’interno del regolamento del comune di Avola, non sia doveroso imporne una modifica per far si che stabilisca i termini e le modalità attuative del “principio dell’effettiva partecipazione. E, in ultimo, accertare se vi siano altri casi di dubbia erogazione dei gettoni, al fine di evitare possibili danni erariali

A difendere con forza la bontà del lavoro svolto dalle commissioni è proprio il presidente del consiglio comunale Fabio Iacono, che così replica: “l’onorevole Zito stia sereno e sia rispettoso del ruolo dei Consiglieri che adempiono con grande responsabilità. Cerchi altrove lo scoop, non occorre nessuna verifica. Tutte le commissioni si sono svolte nel rispetto dell’attuale regolamento del Consiglio comunale a cui la Legge regionale e nazionale si rimettono. Si invita Zito ad essere più attento quando accusa un qualcosa e non si limiti ad affermazioni utilizzando il condizionale “sembrerebbe”.  Le prime pagine dei giornali non si debbono riempire ad ogni costo soprattutto se il costo é gettare discredito a persone perbene che adempiono il proprio ruolo con serietà e nel rispetto del regolamento vigente“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo