Avola, educazione civica nelle scuole e sicurezza edifici: l’intervento del consigliere Caruso

La proposta ai dirigenti scolastici del consigliere pentastellato: reintroduzione dell'insegnamento di educazione civica.

l'ingresso della scuola Majorana

A pochi giorni dalla riapertura delle scuole, il consigliere comunale pentastellato di Avola Peppe Caruso lancia una proposta ai dirigenti: “ Sarebbe utile e importante, oltre ai progetti extracurriculari già realizzati, inserire la materia di educazione alla cittadinanza attiva in tutte le scuole. Ritengo che oggi serva una maggiore educazione civica di bambini e ragazzi, per il rispetto di tutto ciò che è bene comune. Per far capire loro che chi sporca l’ambiente che ci circonda deve pulire, che le panchine e i marciapiedi sono di tutti e non devono essere danneggiati o distrutti, e che tutti quanti dobbiamo isolare e allontanare barbari e incivili. Basterebbe un’ora di lezione di educazione alla cittadinanza attiva alla settimana, magari dai banchi di scuola cresceranno ragazzi con un maggiore senso civico.”

Promuovere lo sviluppo civico, il rispetto e la consapevolezza di essere cittadini, affinchè già dai banchi di scuola possa formarsi una coscienza civica che porti i più piccoli a diventare fautori del “bene comune. Questa, in sintesi, l’idea di Caruso che parla anche di sicurezza degli edifici scolastici: “ Se da diversi anni a questa parte c’è stato un notevole impegno per gli edifici scolastici della nostra città, tra cui progetti realizzati della messa in sicurezza e antincendio delle scuole medie statali Bianca e Capuana – continua Caruso – è necessario proseguire sulla strada intrapresa per migliorare la sicurezza negli edifici scolastici di Avola, comprese gli interventi di piccola manutenzione. Insomma, cercare di rendere, qualora esistono le problematiche, gli edifici scolastici a norma e anti-sismici. Ne va per la sicurezza dei nostri ragazzi e bambini, personale docente e Ata.”


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo