Avola, è partito il progetto “Cri in bici: la sicurezza corre su due ruote”

I volontari su mountain bike opportunamente allestite con materiale per il primo soccorso, percorreranno un tratto prestabilito

È partito il progetto “Cri in bici: la sicurezza corre su due ruote”, un servizio di assistenza sanitaria, innovativo e ecosostenibile, che permetterà ai volontari Cri di raggiungere velocemente spiagge, piazze affollate, piste ciclabili e Ztl. Il progetto, fortemente voluto dal presidente della Croce Rossa Italiana – Comitato di Avola, Stefano Genovese, avrà, in prima battuta, la durata di 2 ore ovvero dalle 18 alle 20 ogni sabato e domenica.

I volontari della Croce Rossa, su mountain bike opportunamente allestite con materiale per il primo soccorso, percorreranno un tratto prestabilito: viale Lido, pista ciclabile, parco, litorale costiero fino al borgo Marinaro. Le squadre presteranno il primo soccorso ai cittadini e ai turisti colti da malore con funzione di supporto e prevenzione in attesa dell’ambulanza. Lo scopo delle squadre sarà, dunque, quello di stabilire un primo contatto, diretto e qualificato, con l’infortunato e allertare, se necessario, gli altri organi competenti per la buona riuscita del soccorso così da avere un “triage” più rapido ed accurato nell’ottica della garanzia di urgenza ed accuratezza che le situazioni prevedono e pretendono.

Il servizio, totalmente gratuito per la cittadinanza, durante la stagione balneare avrà turni più intensi e frequenti specie nelle ore mattutine e durante eventi programmati che prevedono la partecipazione popolare.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo