Avola, democrazia partecipativa: interrogazione di “Alternativa avolese” all’amministrazione comunale

Giuseppe Campisi, vice presidente del movimento politico, chiede se vi sia stato un effettivo coinvolgimento dei cittadini nell’amministrazione della cosa pubblica. A rispondere è il capogruppo di "Avola La nostra Terra" Salvo Coletta

Giuseppe Campisi, vice presidente del movimento politico “Alternativa Avolese”, a distanza di un anno dall’avviso pubblico emanato dall’Ente relativo ai fondi regionali spendibili con forme di democrazia partecipata, chiede all’amministrazione comunale se al bando sia effettivamente seguito un coinvolgimento dei cittadini nell’amministrazione della cosa pubblica,

Lo scorso anno – dice Campisi –  il sindaco di Avola Luca Cannata, attraverso un avviso pubblico avente ad oggetto “destinazione risorse per l’attuazione di forme di democrazia partecipata” rendeva noto che la Regione Siciliana aveva stanziato per il comune di Avola ai sensi dell’art. 6 comma 1 della legge regionale n.5 del 2014, relativamente all’anno 2018, la somma di 30.000 euro circa e che tale somma secondo le direttive della Regione, doveva essere spesa con forme di “democrazia partecipata” compilando cioè i cittadini avolesi degli appositi moduli, attraverso i quali, avrebbero dovuto esprimere la loro preferenza per la destinazione della somma”.

Campisi chiede, dunque,  se tale somma sia stata spesa o se “ancora sia da stabilire la destinazione”.

A rispondere è il capo gruppo di “Avola La nostra Terra” in  consiglio comunale Salvo Coletta. “Sono giunte diverse proposte, alcune di esse validissime, che abbiamo attentamente valutato – dice Coletta –  Tra queste,  un percorso di degustazione di prodotti tipici, uno relativo a campagne di scavi archeologici nel sito di Avola Antica, un progetto socio/ludico/culturale per famiglie e giovani. Tutti sono attualmente in itinere. Crediamo molto in questo progetto di democrazia partecipata, non a caso abbiamo previsto in bilancio una nuova edizione ed è già pronto il bando. Anche stavolta è prevista una somma di 30 mila euro”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo