Avola, convogliamento acque piovane di via Marina: il Comune a caccia di fonti economiche

Un intervento da 150 mila euro

Il Comune a caccia di “fonti economiche” per la  regimentazione idraulica della piattaforma stradale di via Marina. Ammonterebbe a circa 150 mila euro l’intervento indifferibile che dovrebbe, una volta per tutte, risolvere il problema della raccolta, convogliamento delle acque meteoriche e l’allaccio alla rete fognaria comunale di via Marina.

La strada, che durante le piogge si allaga, convogliando le acque piovane provenienti dal corso Garibaldi, è stata oggetto di diverse segnalazioni da parte dei residenti. Pare che, alla base delle criticità della zona, vi sia  la mancanza di appropriata struttura che regoli il normale deflusso delle acque piovane.

Il Comune ha deciso di correre ai ripari. Da un sopralluogo effettuato dall’Ufficio Servizio Idrico, è stata appurata l’esistenza di un canale interrato (che presenta una sezione esigua) sul quale, appunto, convogliano le acque provenienti dalle zone limitrofe. Il Comune si è attivato, dunque, considerata la complessità della problematica, perché l’ufficio Servizio Idrico predisponga tutti gli atti consequenziali per ricercare fonti economiche alternative (vista la corposa cifra preventivata per i lavori)  all’assessorato protezione civile regionale


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo