Avola, apre i battenti l’Asilo nido comunale “Baden Powell”

Inizialmente saranno 26 i bimbi che potranno frequentare, ma il numero è destinato ad aumentare

Durante il fine settimana appena trascorso è stato inaugurato il nido comunale di via Labriola. Alla cerimonia erano presenti il sindaco Luca Cannata, l’assessore all’Istruzione e al Welfare Simona Caldararo, il presidente del consiglio Comunale Fabio Iacono, il referente del Servizio comunale Giovanni Fronterrè, oltre ad una delegazione di genitori e operatori della struttura.

L’inaugurazione di questo asilo nido – ha detto il sindaco Cannata – è la conferma di una città in continuo cammino che rispetta le esigenze non solo dei bambini ma anche delle famiglie. Questo progetto si è reso possibile grazie all’impegno dell’amministrazione comunale  e alla collaborazione del personale della cooperativa La Garderie. Si tratta di un servizio attuato con il distretto socio sanitario, attraverso un procedimento lungo che ne ha causato un piccolo ritardo. Sappiamo quanto sia importante per le famiglie avere punti di riferimento come questo e lavoriamo costantemente per la crescita della comunità e l’asilo rappresenta proprio il primo passo nella vita sociale dei nostri piccoli”.

L’asilo, le cui attività erano cessate da tempo e i locali più volte vandalizzati, ha subìto un intervento di ristrutturazione a cura della stessa cooperativa La Garderie, diretta da Moreno Martinez, cui è stato affidato il servizio. A benedire i locali, il vicario foraneo Don Fortunato di Noto che ha parlato di uno spazio sicuro e accogliente progettato e realizzato pensando alle esigenze dei più piccoli”. Il sindaco Cannata, per l’occasione, ha deciso inoltre di donare un crocefisso in legno “perché i nostri bambini devono crescere nella consapevolezza dei simboli della nostra storia e delle nostre radici”.

Da oggi, saranno accolti nella struttura 26 bimbi ma, come puntualizza l’assessore Caldararo “il numero dei bimbi potrà essere incrementato  in seguito, contando anche che tra poco sarà inaugurato l’attiguo “spazio gioco”, a cura sempre del Comune e gestito dal personale della cooperativa siracusana”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo