Avola, aggredisce e minaccia il parroco che lo aveva scoperto a rubare: arrestato

Ha forzato le persiane della sagrestia della e successivamente aperto a calci il portoncino d’ingresso

Nel pomeriggio di ieri, agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariatocdi Avola, hanno arrestato Sebastiano Rosana (classe 1977) di Avola, già conosciuto alle forze di polizia, per il reato di tentato furto aggravato, resistenza, minacce a pubblico ufficiale e danneggiamento.

Nella circostanza, l’arrestato, dopo aver forzato le persiane della sagrestia della Chiesa Madre di Avola e successivamente aperto a calci il portoncino d’ingresso, si introduceva all’interno dei locali iniziando a rovistare tra i cassetti. Scoperto dal parroco e dai suoi collaboratori pastorali, l’uomo si scagliava contro il prelato, aggredendolo e minacciandolo, azione violenta che veniva interrotta solamente dal tempestivo intervento degli uomini del commissariato.

Rosana, a termine delle operazioni di rito, veniva condotto in carcere.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo