Avola, “adozione: la meravigliosa storia di un incontro”: tavola rotonda al centro giovanile

Prossimo incontro il 1 giugno

Si ė tenuto al centro giovanile “Falcone e Borsellino” il primo  di due incontri (il secondo avrà luogo il 1 giugno) sulle tematiche adottive, dedicato all’attesa. È stato un vero e proprio  viaggio “emozionale” iniziato con la visione del film “Aspettiamo” del regista Francesco Di Martino, tratto dall’omonimo libro scritto da Giovanna Pignataro e illustrato da Tiziano Squillace, che narra le storie di tre adozioni evidenziando con grande sensibilità le ansie, le difficoltà e gli ostacoli burocratici che spesso affrontano tante coppie.

All’evento, organizzato da Afaa, con il patrocinio del Comue e moderato dall’avvocato Monia Albino, hanno preso parte l’assessore al Welfare Simona Caldararo e lo psicologo Antonino Caruso. Quest’ultimo   ha fornito un’analisi attenta degli stati d’animo e delle aspettative delle coppie in attesa, sottolineando la necessità di predisporre mente e cuore all’arrivo di un bimbo adottato.

Non poteva mancare, a chiusura dell’incontro, la toccante testimonianza di una coppia, Andrea e Floriana, che ha fatto tesoro dei dubbi e delle fragilità iniziali e che con grande umiltà ha saputo mettersi in discussione, utilizzando il “tempo dell’attesa” per prepararsi nel miglior modo possibile all’incontro, anni dopo, con la figlia.

Adottare un figlio ė una precisa scelta di vita – ha detto Monia Albino – può essere un percorso a volte complicato, lungo e difficile, ma resta un’esperienza straordinaria e meravigliosa che vale la pena vivere, perché ogni bambino ha diritto ad avere una famiglia, anzi la migliore famiglia possibile!


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo