A Natale si rinnova la tradizione del presepe vivente di Avola Antica: confermata la XXVI edizione

Come di consueto, il presepe sarà allestito vicino alla "terrazza" panoramica del belvedere di Cavagrande del Cassibile

Ad Avola Antica si rinnova anche per quest’anno una delle manifestazioni più longeve della Sicilia: confermata la XXVI Edizione del Presepe Vivente di Cavagrande del Cassibile.

Tradizione, storia e sapori: questi gli ingredienti dell’evento che avrà, ancora una volta, come suggestiva location il piazzale vicino alla meravigliosa ‘terrazza’ che si affaccia sui Laghetti di Cavagrande del Cassibile.

Saranno oltre sessanta gli interpreti che animeranno le varie botteghe di antiche arti e mestieri – come la lavandaia, il fabbro, il falegname, il massaro, le ricamatrici, ect – allestite all’interno delle caratteristiche casette realizzate in legno e in pietra, che si snodano lungo il percorso che attraverserà l’intero borgo ricreato ad hoc, fino a giungere alla grotta della Natività.

Sono quattro gli appuntamenti per questa edizione: si parte martedì 25 dicembre dalle 16 alle 20 e si replica mercoledì 26 dicembre e martedì 1 gennaio sempre dalle 16 alle 20, per finire con l’ultimo appuntamento che sarà giorno 6 gennaio nelle stesse ore con la tradizionale sfilata dei re Magi.

In 26 anni di Presepe Vivente sono state innumerevoli le presenze registrate di visitatori accorsi da tutta la Sicilia, dalle varie regioni d’ Italia e anche dall’estero. “Un successo che testimonia e gratifica quanti, negli anni, hanno contribuito a realizzare innanzitutto un vero e proprio laboratorio urbano di recupero di antiche tradizioni, saperi e sapori” dicono gli organizzatori.

I visitatori avranno anche modo di degustare alcuni prodotti tipici del territorio, si scalderanno con la ricotta calda e i legumi distribuiti sempre lungo il percorso, potranno accarezzare gli asinelli, bere del vino locale, assaggiare dell’ottimo pane casereccio, ect tutto nel pieno spirito natalizio.

La manifestazione è organizzata a cura dell’Associazione Turistico Culturale Cavagrande e in collaborazione con il Ristorante Cavagrande “Ra Za Gina”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo