A cavallo per i sentieri interni di Cava Grande: in 40 da Avola Antica a Canicattini

Un nutrito gruppo di cavalieri alla scoperta dei beni paesaggistici del  territorio

Promuovere il territorio e la sua salvaguardia anche nei luoghi più inaccessibili e sconosciuti. Questo lo scopo dell’iniziativa promossa da gruppo “Equitrek” Avola che, durante il fine settimana appena trascorso ha dato vita a “un super giro per super cavalieri” come recita lo slogan dell’evento. Un gruppo di 40 volontari, amanti del trekking a cavallo, provenienti  da Siracusa, Palermo, Agrigento, Messina, Catania Enna, Ragusa, sono partiti sabato scorso da Avola antica, zona Madonna delle Grazie e hanno costeggiato il maestoso canyon di Cava Grande, meta turistica che, grazie ai suoi celebri laghi naturali, attira migliaia di visitatori ogni anno.

Dopo una breve pausa i cavalieri hanno attraversato la cava Giordano e la contrada Spineta per arrivare a Petracca guadando il fiume che alimenta i laghetti di Cava Grande. Da lì, dopo un impervio percorso, sono ripartiti alla volta di Canicattini. In zona Sant’Alfano hanno raggiunto una mulattiera ricavata dalla roccia fino alla sorgente Cardinale.

Nella giornata di domenica,  il gruppo è partito alla volta  dei guadi di San Marco seguendo il fiume nel suo vario e lungo percorso per poi tornare alla “base” di partenza, cioè nuovamente il sito di Avola Antica. La scoperta di luoghi appartenenti al patrimonio naturalistico del territorio ha regalato ai cavalieri emozioni impagabili, che solo la Sicilia interna può riservare.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo